Home STARBENE / GUSTO Tre serate dedicate al Morellino di Scansano DOCG

Tre serate dedicate al Morellino di Scansano DOCG

admin
649
0

di Elisabetta Failla

Morellino del Cuore, è il programma che comprende tre cene organizzate dal Consorzio di Tutela del Morellino, aperte al pubblico ed alla stampa, insieme al giornalista Antonio Stelli che ha collaborato alla messa a punto di questo format insieme alla giornalista Roberta Perna per far conoscere in modo più approfondito i vini di questa denominazione.

Il Morellino di Scansano DOCG a partire dalla vendemmia 2007, viene prodotto in tutto il Comune di Scansano e parte dei Comuni di Campagnatico, Grosseto, Magliano in Toscana, Manciano, Roccalbegna e Semproniano. Gli ettari di vigneti sono circa 1500, di cui il 35% in conduzione biologica certificata. Da disciplinare può contenere un minimo di 85% di uve sangiovese ed un massimo di 15% di altre uve di vitigni a bacca nera consentiti nella Regione Toscana.

L’idea che sta alla base di questo progetto è quella di degustare il Morellino anche d’estate, servito ad una temperatura inferiore, e abbinati a piatti della cucina toscana a base di pesce e verdure per dimostrare la sua versatilità. Questo vino, soprattutto nelle annate più giovani (ma non solo) mostra un certo equilibrio dove la morbidezza e la lieve tannicità ben si abbinano anche a temperature più fresche di quelle del normale servizio.

Interessante anche la scelta dei dieci vini decisa da una commissione di assaggio composta da sei noti giornalisti del mondo del vino:Antonio Boco, Andrea Gori, Riccardo Margheri, Richard Baudains, Stefania Vinciguerra e William Pregentelli, collaboratori di alcune tra le più importanti guide e riviste di settore.

Ecco quindi i vini che sono in degustazione nelle tre cene. Per il Morellino Annata: Santa Lucia Morellino di Scansano Docg A’ Luciano 2022, Tenuta Agostinetto Morellino di Scansano Docg La Madonnina 2022, Mantellassi Morellino di Scansano Docg Mago di O3 2022, Le Rogaie Morellino di Scansano Docg Forteto 2021

Per l’“Intermedio”, che si pone tra Annata e Riserva uscendo sul mercato dopo l’Annata ma non compiendo lo stesso percorso di affinamento della Riserva: Boschetto di Montiano Morellino di Scansano Docg Io&Te 2021, Cantina Vignaioli di Scansano Morellino di Scansano Docg Vigna Benefizio 2021, Podere 414 Morellino di Scansano Docg 2020.

Per la Riserva: Roccapesta Morellino di Scansano Docg Roccapesta Riserva 2020, Morisfarms Morellino di Scansano Docg Riserva 2019, Terenzi Morellino di Scansano Docg Riserva Madrechiesa 2019

La prima serata ha avuto luogo lo scorso 24 maggio a Firenze al Boulevard Parc Bistrò al piazzale delle Cascine. Prima della cena si è tenuta la degustazione guidata dal giornalista Antonio Stelli riservata alla stampa ed a un numero ristretto di ospiti.

I vini degustati hanno dimostrato in generale come la denominazione sia cresciuta qualitativamente per le diverse tipologie. Questo perché il Sangiovese di Maremma è particolarmente fresco, grazie alla vicinanza del mare e all’escursione termica estiva. Anche la brezza marina e la macchia mediterranea conferiscono al Morellino profumi, gusti e sapidità. A seconda della tipologia, ovviamente, i vini cambiano: dalla maggiore freschezza e semplicità dell’annata più giovane, si arriva ai Morellino più profumati, complessi dolci e morbidi della Riserva. Un bel percorso che nulla cambia alla loro qualità.

Ma “la prova del nove” è avvenuta a cena con i vini più freschi come temperatura abbinati al menu a base di pesce composto da baccalà mantecato e pane carasau, Calamarata di mare e polpo al Morellino di Scansano. Prova che è stata ampiamente superata perché questo Sangiovese che sa di Maremma, di sabbia, di sole e di mare e di macchia mediterranea regge bene l’abbinamento (ovviamente con il piatto giusto). E il “gioco” è stato proprio quello di cercare i vini più corretti con i piatti in menu. E una volta trovato, è davvero molto piacevole da gustare.

Le altre due cene in programma si terranno: il 22 giugno al ristorante lo Scoglietto a Rosignano Solvay (Li), uno dei locali della costa tra i più apprezzati e con una tra le carte di vino più interessanti della Toscana, dove saranno solo piatti di pesce ad accompagnare i Morellino del Cuore. Per maggiori informazioni sulla cena e per prenotazioni: 0586 767962; infine il 12 luglio, nello storico ristorante Canapone in piazza Dante a Grosseto dove la tradizione toscana rivisitata abbraccerà i dieci Morellino del Cuore 2023. Per maggiori informazioni sulla cena e per prenotazioni: 339 296 3558