Home FOCUS GKN / Il giudice dà ragione alla Fiom: no ai licenziamenti. Il...

GKN / Il giudice dà ragione alla Fiom: no ai licenziamenti. Il 31 Capodanno alla Gkn

Lorenzo Ottanelli
1730
0
gkn licenziamenti

Il giudice del lavoro ha deciso e ha dato ragione alla Fiom sulla Gkn: scongiurati i licenziamenti, almeno per ora, che dovevano diventare operativi dal 1 gennaio. Qf, infatti, ha portato avanti una “condotta antisindacale”.

Per quanto concerne la sentenza, si conferma la buona condotta di Fiom-Cgil e “il comportamento antisindacale tenuto dalla controparte dall’inizio della vertenza. Infatti, è la riconferma di quanto già accaduto con l’articolo 28 dello Statuto dei lavoratori contro Gkn che ha visto il reintegro determinato per rimediare a un ingiusto licenziamento collettivo”.

I lavoratori, quindi, continueranno a ricevere la cassa integrazione. Al contrario di quello che voleva fare Qf, ovvero acquisire l’immobile per poterlo poi liquidare, insieme ai lavoratori. Impossibile, però, proprio a causa di una condotta antisindacale che non ha permesso a lavoratori e proprietario di incontrarsi e concertare.

Il Movimento Insorgiamo continua la sua corsa. I lavoratori hanno in mano un piano di reindustrializzazione e sono appoggiati dalle istituzioni. Una reindustrializzazione green che prevederebbe la produzione di pannelli solari e fotovoltaici, oltre alle cargo bike. Una proposta che non piace a Borgomeo di Qf.

Insorgiamo è un movimento sempre attivo e intersezionale. E’ un’idea di mondo. Non ha come unico obiettivo la Gkn e la sua ripresa al lavoro, che è naturalmente prioritario, ma ha anche idea di come questa ripresa di lavoro deve essere portata avanti. E lo fa insieme a tutti i movimenti delle minoranze, delle donne e degli ecologisti. E’ un movimento nuovo che ha saputo portare attorno a sé gli altri movimenti per essere forte.


Adesso la cooperativa dei lavoratori si aspetta che il loro piano aziendale sia approvato e appoggiato. “Ci sono i soldi”, dicono dai sindacati, “anche dello Stato e della Regione”.

Intanto, il 31 dicembre è programmato il Capodanno alla Gkn. Un presidio che prenderà luogo dalle 18 e che accompagnerà tutti coloro che vorranno l’inizio del nuovo anno davanti allo stabilimento. Dalle 18 musica e concerto con GRUPPO POPOLARE TERRA E LAVORO,  ERRICO CANTA MALE voce e chitarra, Dj set con GEPPI CUSCITO dei Casinò Royale, AURAS e TENORE, THE MAGNETICS, componenti degli Shandon, MEGANOIDI, Dj set GIPPY e, infine, Dj set MUFFA.

Ma ci sarà anche cibo, veglia, tanti comizi su lavoro, clima, guerra, genere e tutte le lotte intersezionali, che sembrano distanti ma non lo sono perché fanno tutte parte di uno stesso pensiero capitalista e patriarcale.

Per questo, nonostante il 1 gennaio i lavoratori della Gkn continueranno a percepire la cassa integrazione e non verranno comminati i licenziamenti, il 31 gennaio il presidio è confermato.

QUI TUTTE LE INFORMAZIONI E I CONTATTI: https://fb.me/e/1KZw9TuaQ