Home SPORT Pallanuoto serie A1M, occasione sprecata per la Rari Nantes Florentia contro la...

Pallanuoto serie A1M, occasione sprecata per la Rari Nantes Florentia contro la Lazio (6-7)

21
0

di Elisabetta Failla

RARI NANTES FLORENTIA-S.S. LAZIO NUOTO 6-7
RARI NANTES FLORENTIA: Mugelli L. , Colombo , Generini G. , Dani L. , Panerai F. , Vasic D. 1, Brancatello C. , Bruni L. , Oneto Gomes G. , Gobbi L. 2, Astarita M. 3, Bosazzi E. , Cicali M. . All. Minetti

S.S. LAZIO NUOTO: Radic Z. , Ferrante M. , Colosimo F. , De Vena W. , Santos Da Costa E Silva F. , Di Rocco L. 1, Giorgi D. 2, Cannella G. 1, Leporale M. 1, Lapenna F. 2, Maddaluno R. , Mele A. , Vespa L. . All. Formiconi

Arbitri: Calabro e Piano

Note :
Parziali 0-3, 1-2, 3-2, 2-0
Espulsi per reciproche scorrettezze Bruni (Florentia) e Di Rocco (Lazio). Nessun giocatore uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Florentia 3/8 e Lazio 2/11. Spettatori 200 circa.

Occasione sprecata quella di oggi per la Rari Nantes Florentia che ha perso di un solo punto, 6-7 a Bellariva contro la Lazio Nuoto di Formiconi. Dopo la grande prestazione in trasferta contro il Sori martedì scorso, finito 6-8 sul campo a favore dei biancorossi ma vinta a tavolino 0-5 a causa degli incresciosi avvenimenti accaduti nel corso della partita, l’allenatore Luca Minetti aveva chiesto ai suoi ragazzi di compiere il miracolo:  vincere per poter entrare nei playout e giocarsi la permanenza in serie A1. Così purtroppo non è stato. Troppo forte la Lazio che è andata sul 5 – 0 a suo favore tra il primo e il secondo tempo e i rarini troppo imprecisi e talvolta deboli nei tiri in porta per superare la difesa avversaria. Nel primo quarto segnano Di Rocco in superiorità numerica, Giorgi e Cannella ancora in superiorità mentre nel secondo vanno a rete Leporale sempre in superiorità numerica e Lapenna. Per il primo gol della Florentia bisognerà aspettare 14 minuti e 38 secondi quando a 1’38” Aastarita finalmente riesce ad insaccare la palla alle spalle del forte portiere laziale Radic con il tripudio dei tifosi sugli spalti della Nannini. Sul 5-1 per la Lazio inizia il terzo tempo e la partita cambia volto. La Florentia prende coraggio nonostante i numerosi falli chiamati dalla coppia arbitrale, su alcuni dei quali potrebbe esserci da discutere, e comincia ad essere finalmente più insidiosa mentre la Lazio perde un po’ di tono. Va rete Vasic in superiorità cercando di ridurre le distanze con gli avversari. Ma i laziali non si lasciano intimorire e allungano le distanze con Giorgi. I rarini accorciano di due lunghezze grazie alle reti di Gobbi in superiorità e di Astarita. Infine, una nuova rete di Lapenna chiude il terzo tempo con il risultato di 4-7 a favore della Lazio. Nell’ultima frazione non sono tanto i gol a fare notizia, segnano nuovamente Astarita (in superiorità) e Gobbi per la Rari, quanto le decisioni arbitrali che nel giro di un minuto circa hanno annullato una rete di Astarita e di Vasic. In quest’ultimo caso il gol è stato annullato in quanto l’arbitro Calabrò ha fischiato fallo espellendo definitavamente per scorrettezze Bruni per la Florentia e Di Rocco per la Lazio. Decisione che non è stata presa bene né dagli allenatori delle due formazioni, né dal pubblico che ha cominciato a fischiare e a protestare contro gli arbitri. Resta comunque l’occasione sprecata per la Rari che in questo ultimo quarto ha sprecatoalcune occasioni per portare a casa almeno il punto del pareggio. Peccato per il bel pallonetto di Gobbi che a 1 minuto circa da termine è finito su un palo e dell’ultimo tiro di Vasic sfumato sul fischio finale. Fortunatamente la Rari Nantes Sori, perdendo a Savona, rimane ultima in classifica ad un punto di distanza dalla Florentia. Il prossimo impegno, difficile, il 7 maggio in casa del Bogliasco Bene.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here