Home Magazine “Sigfrido Bartolini: opere su carta”: Mostra alla Villa Rospigliosi di Lamporecchio (PT)

“Sigfrido Bartolini: opere su carta”: Mostra alla Villa Rospigliosi di Lamporecchio (PT)

359
0

Un percorso di avvicinamento all’arte di Sigfrido Bartolini in attesa della mostra che gli sarà dedicata dalla sua città, Pistoia, capitale della cultura 2017. Si terrà sabato 26 novembre 2016 (ore 16) alla Villa Rospigliosi di Lamporecchio (Pt) l’inaugurazione della mostra “Sigfrido Bartolini. Opere su carta”, a cura di Elena Pontiggia. L’esposizione raccoglie cinquanta opere di Bartolini, uno dei maggiori artisti contemporanei: la sua abitazione, in via di Bigiano a Pistoia, è inserita nel circuito dell’Associazione Nazionale Case della Memoria e rappresenta lo specchio della sua vita d’artista, pittore, incisore, scrittore.
«Si tratta di una bella iniziativa – commentano Adriano Rigoli e Marco Capaccioli, rispettivamente presidente e vicepresidente dell’Associazione Nazionale Case della Memoria – che mette in luce un artista e un personaggio di grande spessore. La sua casa-laboratorio a Pistoia, offre uno spaccato della cultura del ‘900 che ebbe in Bartolini un testimone e un protagonista. Un personaggio della cui memoria ci siamo fatti portavoce e per questo non possiamo che accogliere con soddisfazione un evento che parla al pubblico della sua arte».
Per comprendere al meglio l’artista, a Villa Rospigliosi sarà indagato uno degli aspetti significativi del suo lavoro: le opere su carta. Sigfrido Bartolini, pur consapevole che nel nostro Paese il disegno e la grafica sono sempre stati penalizzati dal mercato, non ha rinunciato a questa forma espressiva e questa scelta racconta anche il suo pensiero più profondo. Acquerelli, monotipi e altre incisioni, arte povera in cui trovava corrispondenza d’animo, con cui ha regalato esiti intensi. Bartolini ha soprattutto amato la tecnica più ingrata, il monotipo, che nell’era della riproducibilità tecnica, è la grafica meno riproducibile che esista, un esemplare forse due.
Sigfrido Bartolini è stato pittore, incisore e scrittore, ha praticato l’affresco, l’acquerello, la pittura ad olio. Il suo sguardo d’artista indagava nella natura, una natura mai splendente, perché, come scrive Elena Pontiggia curatrice della mostra “la natura è vista e pensata dall’uomo, e l’uomo la carica dei suoi malumori, delle sue preoccupazioni, dei suoi fallimenti.” I suoi cieli non sono di azzurro infinito ma virano ad un grigio meditativo. Questo il programma dell’inaugurazione: incontro con Alessio Torrigiani sindaco di Lamporecchio, Samuele Bertinelli, sindaco del Comune di Pistoia, Paola D’Ugo, Responsabile Villa Rospigliosi, Elena Pontiggia, Docente di Arte Contemporanea all’Accademia di Brera, Simonetta Bartolini. Al piano Luca Torrigiani con Irene Vorcelli.

Associazione Nazionale Case della Memoria
L’Associazione Nazionale Case della Memoria mette in rete 58 case museo in 10 regioni italiane (Piemonte, Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Sicilia e Sardegna) che hanno deciso di lavorare insieme a progetti comuni e per promuovere questa forma museale in maniera più incisiva anche in Italia. Abitazioni legate a tanti personaggi della cultura italiana: Dante Alighieri, Giotto, Francesco Petrarca, Giovanni Boccaccio, Francesco Datini, Leonardo da Vinci, Niccolò Machiavelli, Francesco Cavassa e Emanuele Tapparelli d’Azeglio, Agnolo Firenzuola, Pontormo, Benvenuto Cellini, Filippo Sassetti, Lorenzo Bartolini, Silvio Pellico, John Keats e Percy Bysshe Shelley, Francesco Guerrazzi, Giuseppe Verdi, Elizabeth Barrett e Robert Browning, Pellegrino Artusi, Corrado Arezzo de Spucches e Gaetan Combes de Lestrade, Giosuè Carducci, Sidney Sonnino, Giovanni Pascoli, Giacomo Puccini, Ferruccio Busoni, Maria Montessori, Enrico Caruso, Renato Serra, Giorgio e Isa de Chirico, Antonio Gramsci, Raffaele Bendandi, Piero Bargellini, Enzo Ferrari, Primo Conti, Leonetto Tintori e Elena Berruti, Indro Montanelli, Italo Zetti, Ivan Bruschi, Ilario Fioravanti, Goffredo Parise, Barbara Marini Clarelli e Francesco Santi, Loris Jacopo Bononi, Giorgio Morandi, Sigfrido Bartolini, Venturino Venturi, Luciano Pavarotti, Robert Hawthorn Kitson con Frank William Brangwyn e Daphne Phelps, Elémire Zolla, Toti Scialoja e Gabriella Drudi, Gabriele D’Annunzio (il Vittoriale degli Italiani), Papa Clemente XII, Giacinto Scelsi e Giulio Turci, Filadelfo e Nera Simi.
L’Associazione Nazionale Case della Memoria è in Italia l’unica rete museale di case museo di personaggi illustri a livello nazionale e partecipa alla Conferenza Permanente delle Associazioni Museali Italiane di ICOM Italia. Info: www.casedellamemoria.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here