Home FIORENTINA Gli "invisibili" salvano la panchina di SousaDe Maio, Sanchez, Maxi Oliveira, Cristoforo,...

Gli "invisibili" salvano la panchina di SousaDe Maio, Sanchez, Maxi Oliveira, Cristoforo, Zarate assieme a Berbardeschi hanno fatto grande la Fiorentina nel secondo tempo

230
0

La Lazio. dopo il successo sulla Fiorentina si candida a lottare per lo ” scudetto numero due”, quello del secondo posto, insieme a Roma, Napoli e Milan. I biancocelesti hanno avuto la meglio su una Fiorentina partita con il freno tirato (3-1) giungendo nei quartieri alti della classifica, appena un punto sotto ai ‘cugini’, insieme al Napoli e davanti al Milan. Lo fa al termine di una gara tirata ma ‘pratica’, con due gol nel primo tempo (Keita e Biglia) e una ripresa di conteneminto, con i viola che si sono riportati sotto, credono nel ‘miracolo’ (gol annullato a Sanchez), prima di chiudere i conti al 90′. Un altro brutto stop per Sousa , il secondo ko in 4 giorni.

FIORENTINA-LAZIO 3-1 (2-0)
LAZIO (3-5-2): Marchetti; Bastos, De Vrij, Radu; Felipe Anderson (32′ st Wallace), Cataldi (39′ st Murgia), Biglia, Milinkovic-Savic, Lulic; Immobile, Keita (23′ st Kishna). (Strakosha, Vargic, Basta, Patric, Hoedt, Lukaku, Lombardi, Luis Alberto, Rossi). All. Simone Inzaghi
FIORENTINA (4-2-3-1): Tatarusanu; Tomovic (1′ st Cristoforo), De Maio, Astori, Olivera; Sanchez, Vecino; Tello (35′st Chiesa), Ilicic (14′ st Zarate), Bernardeschi; Kalinic. (Lezzerini, Dragowski, Diks, Milic, Maistro, Perez, Babacar). All. Paulo Sousa
MARCATORI: 23′ Keita, 46′ pt (rig.) Biglia; 19′ Zarate (F), 45′ st Radu
ARBITRO: Irrati di Pistoia
NOTE: serata fredda, terreno in ottime condizioni. Ammoniti: Tomovic, Olivera, Bastos, Bernardeschi, Astori, Sanchez. Angoli: 5-5. Recupero: 3′; 4′.

Fiorentina

Ciprian TATARUSANU 5,5 – Poteva fare decisamente di più sul gol di Radu, meno sui primi due. Nel complesso non dà grande sicurezza.

Nenad TOMOVIC 5,5 – Chiude su Radu in avvio, poi Keita lo lascia immobile sul gol. Subisce un colpo al volto ed è costretto a lasciare il campo all’intervallo per fare degli accertamenti in ospedale (dal 46’ Sebastian CRISTOFORO 6,5 – Impatto positivo. Si procura subito il rigore e spinge con generosità.

Sebastian DE MAIO 6 – Ci mette applicazione e fisico su Immobile. Prova gagliarda. Ha sostituito Gonzalo senza farlo rimpiangere pur essendo stato sempre in panchina lontano dall’agone della partita

Davide ASTORI 5,5 –  Fasi Alterne. Buon primo tempo, nel secondo accusa la stanchezza e si fa anche ammonire.

Maximiliano OLIVERA 6 – Dopo un avvio incerto, si propone e calibra buon cross, Sempre attento a seguire le azioni dei compagni. In forte crescita.

Carlos SANCHEZ 6 1/2 – Costretto ad arretrare in difesa dopo l’uscita di Tomovic riesce a coprire al meglio la fascia trovando la posizione dopo un poco di ambientamento. Segna e festeggia il gol del pareggio: l’addizionale è bravo a ravvisare il suo fallo di mano.

Matias VECINO 6 – Libera Tello nell’azione del gol di Zarate. In cabina di regia è una sicurezza.

Cristian TELLO 5 – In confusione. C’è da capire se per il ruolo che Sousa gli assegna oppure perché non è in forma. La palla persa che Milinkovic-Savic trasforma nell’azione del rigore pesa. Spreca una chance sul gol di Zarate, ma il pallone arriva per sua fortuna al compagno. Da rivedere dopo un periodo di stop. (dall’80’ Federico CHIESA s.v.).

Josip ILICIC 4 – Svogliato, lezioso, pronto a pascolare a suo piacimento nell’erba di Roma perdendo la palla concedendosi due colpi di tacco inutili. Ha la chance per accorciare le distanze e sbaglia dal dischetto: è la seconda volta in tempi brevi. E’ fuori di testa e di… gambe(dal 59’ Mauro ZARATE 6,5 – Ex con il dente avvelenato. mette la difesa della Lazio in difficoltà. Segna e indica la curva con chiara dedica ai suoi ex tifosi.

Federico BERNARDESCHI 7– L’anima della FIORENTINA. Impegna Marchetti, è l’unico a prendersi responsabilità e a tentare una giocata risolutiva. UN PUNTO FERMO.

Nikola KALINIC 5 – Si impegna ma è troppo i isolato, poco cercato, non riuscendo ad entrare in partita.

All. PAULO SOUSA 4 – Sbaglia dopo Genova anche questa volta la formazione. Possibile che negli allenamenti rigorosamente blindati non si accorga che Tello e Ilicic sono fuori regola? Ma lui insiste. Reazione tardiva, la sua squadra resta un’incompiuta. Le assenze, per fortuna sono usciti alla scoperto gli Invisibili, ci sono, ma paga anche le colpe di non aver chiare le idee.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here