Home FIORENTINA Voglia di correre e di vincere. Risorge la viola con l'Udinese (3-0)

Voglia di correre e di vincere. Risorge la viola con l'Udinese (3-0)

256
0

IL TABELLINO

FIORENTINA-UDINESE 3-0
Fiorentina (3-4-2-1):
Tatarusanu 6,5; Tomovic 5,5, Rodriguez 6, Astori 6; Chiesa 6, Vecino 6,5 (29′ st Saponara 6), Badelj 6,5, Milic 6; Borja Valero 7, Bernardeschi 7 (39′ st Tello sv); Babacar 6,5 (22′ st Kalinic 6).
A disp: Sportiello, Ghidotti, De Maio, Salcedo, Toledo, Maxi Olivera, Cristoforo, Ilicic, Hagi. All: Sousa
Udinese (4-3-3):  Karnezis 6; Widmer 6, Danilo 5,5, Felipe 5,5, Samir 6; Fofana 5, Hallfredsson 5,5, Jankto 5 (1′ st Badu 6); De Paul 5,5 (9′ st Perica 5,5), Zapata 5,5, Thereau 5 (22′ st Matos 5,5).
A disp: Scuffet, Perisan, Angella, Herteaux, Adnan, Balic, Kums, Evangelista, Ewandro. All: Delneri
Arbitro: Mariani
Marcatori:
41′ Borja Valero, 17′ st Babacar, 35′ st rig. Bernardeschi (F)
Ammoniti:
Bernardeschi, Milic (F), Hallfredsson, Fofana (U)

 

La Fiorentina ritrova la voglia di giocare e di correre che aveva improvvisamente perso dopo soli 25 minuti nella disastrosa trasferta di Roma. A una manciata di minuti  dall’intervallo, Bernardeschi centra la traversa con un numero dei suoi. Sulla ribattuta, Borja Valero si coordina e la gira in porta col destro, tornando al gol dopo quasi un anno: lo spagnolo, infatti, non segnava dal 2-1 sull’Inter del 14 febbraio 2016.

L’Udinese non ci sta a perdere e lo fa capire con un avvio di ripresa più aggressivo in cui va vicino al pari con l’occasione impostata da De Paul, un cross morbido per il colpo di testa di Zapata, fermato da un grande intervento di Tatarusanu. La Fiorentina, approfittando della ricerca del golda parte dell’Udinese riesce a inserirsi meglio tra le maglie bianconere e trova il raddoppio con Babacar (17′ st), con un tiro da fuori area su assist di Borja Valero,  fortunato per la deviazione di schiena di Samir che mette fuori causa Karnezis. Il senegalese lascia il campo  poco dopo sostituito da Kalinic. La Fiorentina non si accontenta e insiste in attacco. Sousa fa debuttare Saponara (in campo dal 29′ st), ma a chiudere i conti ci pensa Bernardeschi, trasformando dal dischetto il penalty assegnato per il fallo di mano in area di Fofana sulla punizione dello stesso numero 10. Assente però per la trasferta di Milano per l’ammonizione che fa scattare la squalifica per un giorno.E’ la chiusura del cerchio in una partita che rilancia le ambizioni europee della Viola, ancora imbattuta in casa. 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here