Home Starbene / Gusto Alla Stazione Leopolda torna Taste, il salone dedicato alle eccellenze del gusto

Alla Stazione Leopolda torna Taste, il salone dedicato alle eccellenze del gusto

316
0
Degustazioni
Degustazioni

Alla Stazione Leopolda di Firenze dal 10 al 12 marzo prossimi torna Taste, il salone di Pitti Immagine dedicato alle eccellenze della food culture e del lifestyle legato al cibo di qualità. Giunta alla 13ma edizione, alla manifestazione, diventata evento di riferimento sia per i professionisti del settore che per gli appassionati,  partecipano circa 400 aziende numeri in crescita rispetto ai 380 espositori all’ultima edizione), che rappresentano una selezione delle migliori realtà italiane dell’enogastronomia italiana ma anche di oggetti di food & kitchen design, capi e attrezzature tecniche per la cucina.

Non mancheranno anche quest’anno le presentazioni, gli eventi e i dibattiti sui temi più contemporanei della tavola. Novità e tema di questa edizione è l’approfondimento sul Foraging, che ispirerà l’allestimento e l’atmosfera del salone: cercare, riconoscere, raccogliere e cucinare con le piante selvatiche. Alghe, erbe, arbusti, licheni, semi, resine, radici, scelti nel rispetto dell’ambiente e della sicurezza personale protagonisti di un Ring e di una serie di eventi curati da Pitti Immagine in collaborazione con Wood*ing, Wild Food Lab, il laboratorio di ricerca animato da Valeria Mosca. Il cibo selvatico, disponibile nei nostri ecosistemi, è un’importante risorsa alimentare e culturale esistente a impatto quasi nullo sul pianeta. Conoscere la possibilità di utilizzarlo riavvicina alla nostra identità nella sua forma più autentica e apre a sperimentazioni culinarie di alto livello contemporaneo, in linea con la salvaguardia ambientale. Un modo di comprendere la complessità con cui il cibo si lega alla nostra esistenza, alla salute del pianeta terra e dei suoi equilibri.

Valeria Mosca, Wood-Ing
Valeria Mosca, Wood-Ing

Tra gli eventi dedicati ad approfondire il tema di questa edizione, la forager & chef Valeria Mosca condurrà il talk “La Geografia del Foraging” assieme a Roberto Flore chef del vibrante laboratorio di ricerca Nordic Food Lab di Copenhagen: “Dalle Alpi alle coste italiane fino agli habitat del nord Europa. Perché raccogliere oggi? Secondo quali dinamiche è giusto farlo?“, un’indagine sui significati, le finalità e le utilità del foraging nel nostro secolo.

Sabato 10 marzo, dalle 15 alle 17, le Serre Torrigiani ospiteranno Miniforaging: uno speciale workshop con merenda dedicato ai bambini dai 5 ai 10 anni, a cura di Wood*ing. Riconoscere gli elementi naturali della campagna toscana che si possono mangiare: un’esperienza diretta – piantare e poi assaggiare – per conoscere meglio il proprio territorio e le sue incredibili risorse.

Nel piazzale tra la Stazione Leopolda e il Teatro dell’Opera si terrà una mostra-installazione fatta di immagini e parole, racconti tra natura selvaggia e tradizione dal titolo STORIE DI BOSCO: la mostra-installazione di Dispensa magazine, il bookazine semestrale indipendente

Ogni nuova edizione di Taste è un viaggio attraverso cibi, vini, oggetti e idee, alla scoperta delle molteplici dimensioni in cui oggi si esprime e si sperimenta il gusto. Con un set di allestimento coinvolgente e d’atmosfera, curato da Alessandro Moradei, e al termine del percorso uno spazio speciale – il Taste Shop – dove acquistare i prodotti in esposizione.

“Taste è alla continua ricerca di novità e di sfide – ha spiegato Agostino Poletto, direttore generale di Pitti Immagine. “Al suo tredicesimo appuntamento registra ancora una volta un incremento nel numero delle aziende – con numerosissime richieste di partecipazione da tutta Italia – per offrire a ogni edizione nuovi prodotti, nuove curiosità, nuove storie al suo pubblico di buyer internazionali e di appassionati. Una crescita che mantiene però ben dosati gli ingredienti della qualità e della selezione, che punta a un equilibrio tra le diverse tipologie di prodotto e le anime del salone, da sempre un punto fermo della manifestazione. E poi ancora nuove sfide nel trovare i temi e i trend forti del food contemporaneo. Perché lo spirito di Taste è anche questo: aggiungere sempre nuove sfaccettature agli stili di vita contemporanei”.   

All’ultima edizione, Taste ha fatto registrare in tre giorni un’affluenza complessiva di oltre 15.800 presenze, dei quali 5.300 sono stati buyer e operatori del settore (da oltre 50 paesi nel mondo), raccogliendo grande attenzione da parte di stampa e televisioni nazionali e internazionali (526 giornalisti italiani ed esteri accreditati e 288 testate); così come grande successo di pubblico hanno avuto gli eventi organizzati in città nel cartellone del FuoriDiTaste.

Non mancherà in questa edizione il Taste Ring, l’arena cultural-gastronomica moderata dal Gastronauta Davide Paolini. All’interno dello spazio al Teatro dell’Opera di Firenze, i protagonisti del mondo del cibo si sfideranno sui temi più caldi legati alla tavola contemporanea. Ecco i temi di questa edizione:

Sabato 10 marzo alle ore 16 si terrà Gualtiero Marchesi: l’arte del cibo con la partecipazione di Annie Feolde (Enoteca Pinchiorri), Sara Vitali (Fondazione Gualtiero Marchesi)e Ludovica Sebregondi (Palazzo Strozzi). Alle 17 si terrà la tavola rotonda su Le denominazioni di origine territoriale (Dop, Igp, Stg, ecc) sono un plus utile per i prodotti gastronomici o non sono viste quale riconoscimento di qualità nei mercati esteri?. Partecipano i buyer: Beatrice Ughi di Gustiamo (Stati Uniti), Francesc Collell di El Colmado Singular (Spagna), Giuseppe Scaricamazza di Buono (Ungheria). Domenica 11 marzo ore 11 si parlerà di Il cibo selvatico (foraging): una scelta possibile di un’alimentazione sostenibile o un’opzione culturale? Con Valeria Mosca di Wood*ing – wild food lab

La Ricetteria di Guido Tommasi
La Ricetteria di Guido Tommasi

Come sempre il programma di Taste prevede deli eventi speciali: alla Ricetteria di Guido Tommasi verrà offerta la più fresca ortografia di sempre in preparazioni già pronte stampate e rilegate, oppure da inventare. Una vasta disponibilità di freschi germogli di virgole, punti allevati a terra, vocali fresche appena pronunciate, verbi, articoli e avverbi pronti ad essere utilizzati in ortografiche, ghiotte preparazioni. Concept e grafica a cura di Marco Marzini.

La celebre food writer Csaba dalla Zorza sarà a Taste sabato 10 marzo (ore 15, area Eventi) per presentare il suo ultimo libro Honestly Good (Guido Tommasi Editore), dedicato a un nuovo modo di cucinare, mangiare e stare bene. E nell’occasione discuterà della sua idea di moralità per il cibo e per chi lo consuma, che deve necessariamente ruotare intorno a una piena consapevolezza, per il gusto, per la salute, per il Pianeta. Ne discuterà assieme a Giuliana Parabiago (Pitti Immagine).

In scena a Taste, (domenica 11 marzo, ore 17) anche la presentazione de libro “Il Galateo del Terzo Millennio” (Guido Tommasi Editore), scritto dai giornalisti Filiberto Passananti e Matteo Minà, illustrato da Gianluca Biscalchin. Una speciale rilettura della famosa opera di monsignor Giovanni Della Casa, con le “ricette per la buona educazione dei giorni nostri” di dieci personaggi famosi: Gualtiero Marchesi, Giovanna Ferragamo, Renzo Arbore, Valentina Vezzali, Gillo Dorfles, Annie Féolde, Marco Ciatti, Adriana Cantisani, Luca Rossi e Sandra Milo. 

La cucina italiana felice. Ne parliamo?. Domenica 11 marzo alle ore 15, la presentazione del nuovo manifesto de La Cucina Italiana, uno dei più famosi e autorevoli mensili italiani di gastronomia e cultura alimentare.

Il piacere di raccontare quando il cibo si gusta (prima) col pensiero. Sabato 10 marzo (ore 18), nell’area eventi la presentazione del nuovo magazine “Italian Gourmet, Grande Cucina” dedicata all’importanza delle storie nella magia della cucina. Intervengono Anna Prandoni (Editore Incaricato Italian Gourmet), Samanta Cornaviera (archeologa culinaria), Maria Cristina Crucitti (The cheesestoryteller), Lina Farange (Farange Cioccolato).

In calendario a questa edizione anche la gara eliminatoria di pesto genovese al mortaio valida per il VII Campionato Mondiale, organizzata dall’associazione culturale dei Palati Fini.

fuori_di_taste_firenze 2018Oltre agli appuntamenti alla Leopolda, Taste è anche il ricco programma di eventi del gusto che coinvolge la città per tutta la settimana del salone. FuoriDiTaste a ogni stagione riesce ad animare Firenze e i suoi luoghi più famosi e curiosi con cene, degustazioni a tema, installazioni, spettacoli e performance, talk e nuovi modi conviviali di interpretare il food: un programma fitto di appuntamenti che registrano un successo e una partecipazione crescenti, e che ogni anno riserva belle sorprese.

Gli orari di apertura per operatori del settore e per il pubblico di appassionati: la mattina di sabato 10 e di domenica 11 marzo dalle 9 alle 14.30, DALLE ORE 9.30 ALLE ORE 14.30. Dalle 14.30 alle 19.30 e lunedì dalle 9.30 alle 16.30, ingresso aperto anche al pubblico

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here