Home Focus Successo di misura della Fiorentina in uno scenario suggestivo e commovente (1-0)

Successo di misura della Fiorentina in uno scenario suggestivo e commovente (1-0)

admin
503
0

Un maxi telo bianco, con impressa la maglia viola numero 13 di Astori e la scritta ‘Capitano per sempre’ è stato posizionato in mezzo al campo, prima di Fiorentina-Benevento, la prima partita senza Davide Astori.   

Astori-commemorazioneLa squadra con addosso la maglia numero 13 di Astori, insieme a tutto lo staff viola, al suo ingresso in campo per il riscaldamento, si è portata in mezzo al campo, vicino al maxi telo, per un abbraccio collettivo e per applaudire tutti i tifosi.

I giocatori del Benevento, accolti da uno scrosciante applauso, hanno sospeso per qualche secondo il riscaldamento in segno di rispetto e applaudendo a loro volta gli avversari.    Lo stadio Franchi si sta riempiendo, tanti anche gli striscioni tra cui quello esposto ai piedi della curva Fiesole ‘Ci sono uomini che non muoiono mai…Ci sono storie che verranno tramandate in eterno…Buon viaggio capitano’.

Tutte le bandiere del Franchi sono a mezz’asta, in tutti i settori, tranne la Fiesole, migliaia di palloncini bianchi e viola pronti per volare.    
 
La partita 
 
Fiorentina batte Benevento 1-0, nel ricordo del compianto Davide Astori. In un clima surreale, di grande commozione e dolore, fra brividi, lacrime, abbracci di solidarietà, la squadra di Stafano Pioli è ripartita, conquistando tre punti per dedicarli al proprio capitano, scomparso domenica scorsa, poche prima della sfida di Udine. Il match, dopo 13′ di gioco – il numero di Astori – è stato interrotto, fra gli applausi di un pubblico commosso, poi è ripreso. Ha deciso il gol di Vitor Hugo, su assist di Saponara, dopo 25′.
 
Il ritorno dei Della Valle
 Al suo arrivo al Franchi, anche Diego Della Valle ha voluto fermarsi davanti al ‘muro del pianto’ eretto in questi giorni dai tifosi viola sui cancelli dello stadio per ricordare e omaggiare Davide Astori. Il proprietario del club viola è rientrato dall’estero, dove si trovava per impegni di lavoro, per assistere alla gara con il Benevento, la prima senza il capitano. Mentre il fratello Andrea già da ieri è a Firenze per stare in ritiro con la squadra.
    I due proprietari della Fiorentina mancavano dal Franchi da quasi un anno: al loro arrivo sono stati accolti da applausi dai tifosi. Sui led a bordo campo niente cartelloni pubblicitari ma le scritte ‘Davide sempre con noi’ e ’13 Davide Astori’. Dopo la lettura delle formazioni e il nome di Astori scandito dall’altoparlante sul maxischermo è stato trasmesso il video con le immagini più belle del capitano e la musica di Jovanotti, contrassegnato dalla maxi sciarpata in curva Fiesole. Uno scenario suggestivo e commovente.
 
Il dopo partita sotto la Fiesole
“Spero che da lassù Davide sia stato orgoglioso di noi, sono convinto che abbia dato una mano a Vitor Hugo a saltare così in alto, lui è sempre in campo con noi”. Così Marco Benassi, al termine della partita contro il Benevento vinta 1-0 dalla Fiorentina nel segno del capitano che non c’è più. “E’ stata una giornata difficile come tutta la settimana, abbiamo sentito un grande vuoto”, ha aggiunto il centrocampista viola, visibilmente commosso. La maggioranza dei giocatori della Fiorentina (ma pure alcuni del Benevento) al fischio finale si sono accasciati a terra stremati, mentre in tutto lo stadio (compresi i tifosi del Benevento) echeggiava il nome di Astori. Poi, c’è stato un abbraccio collettivo in mezzo al campo, tra lacrime e commozione.

Fiorentina's players pay tribute to their late teammate Davide Astori at the end of the Italian Serie A soccer match ACF Fiorentina vs Benevento Calcio at Artemio Franchi stadium in Florence, Italy, 11 March 2018. ANSA/MAURIZIO DEGL'INNOCENTI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui