Home Magazine Mauro Ardia, dal terzo posto a ‘La Fabbrica della Comicità’ al palco...

Mauro Ardia, dal terzo posto a ‘La Fabbrica della Comicità’ al palco di ‘Italia’s Got Talent’

671
0

di Elisabetta Failla

Un altro comico toscano alla ribalta di Italia’s got Talent, il talent – appunto – che permette a molte persone di esibirsi nella speranza di entrare nel mondo dello spettacolo. Mauro Ardia venerdì scorso ha divertito e convinto i quattro giudici, Mara Maionchi, Frank Matano, Federica Pellegrini e Claudio Bisio, con il suo mago triste e, diciamolo, pasticcione. Un’esibizione surreale ma assolutamente esilarante, complice anche Claudio Bisio che ha partecipato alla gag, che è stata apprezzata anche dal pubblico.

“Sono ancora frastornato – ha raccontato Mauro Ardia – Questo show è veramente una macchina da guerra dove tutto funziona come un orologio. L’emozione è stata tanta ma sono contenta di come sia andata. Sono stato promosso quindi il mio percorso in questo talent continua”.

E i quattro giudici? “Sono stati tutti e quattro molto professionali – ha proseguito –  Bisio e la Maionchi sono senza dubbio persone di spettacolo molto preparate e il loro giudizio è stato molto importante per me. Matano e la Pellegrini mi hanno invece stupito per i loro giudizi molto mirati ed efficaci non solo nei miei riguardi ma anche per molti degli altri concorrenti”.

Il comico ha comunque una bella esperienza che lo ha portato nel tempo a recitare in teatro insieme ad alcuni famosi attori toscani. L’anno scorso poi è arrivata la sua consacrazione alla finale del concorso di comicità La Fabbrica della Comicità.com dove è arrivato terzo vincendo il premio del pubblico. “Un’altra splendida avventura presa così per scherzo e finita con due premi – ha proseguito il comico. Dietro le quinte si respirava adrenalina. C’era tensione ma anche allegria e tifo reciproco e quando uscivi dal palco erano tutti lì a complimentarsi. Ḕ stata bella esperienza che mi ha postato nuovi amici”.

Un terzo post che a Mauro Ardia ha dato la carica e la voglia di rimettersi in gioco sia partecipando ad Italia’s got Talent ma anche mettendosi la lavoro per la realizzazione di una serie di spettacoli musical-teatrali per raccontare anche grazie alla musica la storia e la vita dei cantautori italiani più noti.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here