Home Vetrina Montella: “L’anno prossimo sarò ancora a Firenze. C’è sintonia con la società”

Montella: “L’anno prossimo sarò ancora a Firenze. C’è sintonia con la società”

admin
310
0

FIORENTINA VS GENOA”Devo ancora parlare con la società ma tra noi c’e’ sinergia e c’e’ un contratto, quindi l’anno prossimo sarò ancora a Firenze”. Cosi’ Vincenzo Montella, ai microfoni di Sky, spegne le voci di mercato che lo allontanano dalla Fiorentina accostandolo a vari club nonostante un accordo fino al 2014 piu’ opzione. Gia’ nei giorni scorsi il tecnico viola, oltre alla stessa dirigenza, aveva affermato lo stesso concetto, stavolta lo ha ribadito. Oltretutto con la Fiorentina Montella e’ protagonista di una stagione assai brillante contrassegnata al momento dal quarto posto. Una Fiorentina che proprio in questi giorni ha accolto anche Giuseppe Rossi: ”Sta svolgendo la riabilitazione, dal punto di vista fisico l’ho visto bene, ha anche tanto entusiasmo. Sarebbe davvero il massimo averlo a disposizione per il finale di campionato, ma non bisogna avere fretta”. I tifosi gia’ sognano la coppia Jovetic-Rossi: ”Intanto godiamoci il presente senza guardare troppo avanti” ha risposto il tecnico concentrato con i suoi ragazzi sull’obiettivo Europa: ”Il terzo posto e’ molto vicino ma lo e’ anche il settimo, quindi guai abbassare la guardia, come gia’ detto tutto si decidera’ al fotofinish. Certo non sara’ facile agguantare la zona Champions ma posso assicurare che daremo il massimo”. La sua Fiorentina non solo ha una bella classifica ma gioca per molti il miglior calcio in Italia: ”Mi piacerebbe vedere anche qualche passaggio in meno e qualche gol in piu”’ – ha sorriso Montella che non ha nascosto di allargare il suo gia’ numeroso staff. Insomma, d’ora in avanti meglio essere piu’ concreti che leziosi. Poi una battuta sul lavoro di allenatore intrapreso dopo una grande carriera da attaccante (”Il giocatore che piu’ mi somiglia, per le movenze, e’ Dybala del Palermo”): ”Le difficolta’ sono tante, e’ importante capire l’aspetto umano oltre che quello tecnico-tattico. Io meglio di Capello nella gestione dei giocatori? Trofei alla mano lui e’ il numero uno. Ripensandoci posso affermare che mi ha gestito bene visto che segnavo sia quando giocavo titolare che quando subentravo a gara in corso. Tra i tecnici avuti Capello emerge per la gestione dello spogliatoio, Spalletti per il lavoro sul campo. Conte? Sta facendo un campionato eccezionale perche’ ha costruito una mentalita’ vincente”. Infine sulle sue aspirazioni: ”Mi piacerebbe allenare all’estero ma solo in futuro. Apprezzo il campionato inglese e quello spagnolo”. (

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui