Home STARBENE / GUSTO Volterra chiama Volterra: il 7 luglio una giornata speciale fra i tesori...

Volterra chiama Volterra: il 7 luglio una giornata speciale fra i tesori nascosti della città e la cena galeotta straordinaria

276
0

di Elisabetta Failla

Una giornata davvero speciale quella di domani, venerdì 7 luglio, a Volterra che permetterà di unire lo straordinario patrimonio storico e archeologico della cittadina toscana alle Cene Galeotte, uno dei progetti solidali più originali e conosciuti del panorama nazionale.

Nel primo pomeriggio sarà possibile partecipare ad un itinerario guidato fra gli scorci più suggestivi del centro storico, passando dall’Acropoli etrusca e dall’antica Cisterna Romana, fino ad arrivare alla Fortezza Medicea, struttura che ospita oggi il carcere cittadino, dove la bellissima passeggiata lungo le mura di cinta – con il suo panorama mozzafiato sull’intera vallata – anticiperà la visita della Torre del Maschioappena restaurata ed aperta al pubblico. .

Sempre all’interno del carcere, alle 20.30, l’attesissimo finale gourmet con la Cena Galeotta realizzata ad hoc per i partecipanti da Alessio Sedran, giovane e talentuoso chef del ristorante I Mal’avvezzi  di Tavarnuzze, che guiderà la brigata galeotta di cucina. Il menu sarà accompagnato dai vini offerti dall’azienda Villa Montepaldi di San Casciano Val di Pesa (FI)

L’iniziativa è stata promossa da Unicoop Firenze in collaborazione con la sezione soci Coop di Volterra, anche per raccogliere un contributo per il territorio e per l’emporio della solidarietà della Caritas in corso di allestimento presso l’ex seminario vescovile di Volterra in località Sant’Andrea.

A ottobre scorso il progetto ha trovato il sostegno della Fondazione Il Cuore si scioglie che con Caritas realizza le raccolte alimentari e collabora anche in altri territori, come spiega Irene Mangani, vicepresidente della Fondazione: «Il sostegno all’Emporio di Volterra nasce nell’ambito di una collaborazione ormai solida con Caritas: è un impegno concreto per aiutare le persone in stato di grave povertà e dare una risposta bisogni di primaria importanza come quello alimentare. Oltre ai 15mila Euro donati dalla Fondazione, serve il contributo di tanti cittadini toscani che, siamo certi, non mancheranno l’appuntamento con la cena e con la solidarietà».

Il progetto vede coinvolti anche il Comune di Volterra, i servizi sociali, l’associazione Mondo Nuovo, la Misericordia di Volterra e le tante aziende del territorio che forniscono beni non più vendibili o prossimi alla scadenza ma ancora idonei al consumo.

Per agevolare arrivo e rientro è previsto un servizio pullman con partenze e rientri da diverse località di Toscana (Scandicci, Lastra a Signa, Empoli, Castelfiorentino, Pisa, Novacchio e Pontedera). Per info e prenotazioni: Agenzie Toscana Turismo, Tel. 055.2345040

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here