Home STARBENE / GUSTO Davide Ritrovati è il vincitore della 5° edizione della Borsa di Studio...

Davide Ritrovati è il vincitore della 5° edizione della Borsa di Studio I Balzini

Redazione
1199
0

di Elisabetta Failla

Davide Ritrovati tra gli altri due finalisti
Davide Ritrovati tra gli altri due finalisti

Davide Ritrovati ha vinto la 5° edizione della Borsa di Studio I Balzini, l’iniziativa che l’azienda situata nel cuore della Valdelsa rivolge ai migliori neo sommelier della delegazione AIS di Firenze, pagando loro interamente il corso di terzo livello.

Il vincitore, che lavora già nel ristorante Il Rifugio di Monterappoli vicino a Empoli, ha superato tutti i finalisti che già dalla mattina di domenica scorsa 14 ottobre, hanno partecipato alle prove: oltre alla prova scritta, hanno dovuto mostrare la capacità di riconoscere durante una degustazione alla cieca un vino de I Balzini, ma solo tre, ad insindacabile giudizio della giuria AIS, sono riusciti ad accedere alla prova conclusiva.

Nel pomeriggio, infatti, Davide Ritrovati insieme a Riccardo Gavelli e Marco Seminara hanno preso parte alla prova orale davanti alla giuria presieduta da Cristiano Cini, presidente di AIS Toscana, che consisteva nel raccontare la storia e l’attività dell’azienda I Balzini e “raccontare” le caratteristiche del vino I Balzini Red Label durate la degustazione.

I tre finalisti hanno affrontato molto bene quest’ultima prova, dimostrando proprietà di linguaggio e competenza nella spiegazione del vino. Davide Ritrovati ha convinto più di tutti la giuria, vincendo quindi la borsa di studio, mentre secondo è arrivato Riccardo Galvelli, premiato con una doppia Magnum de I Balzini White Label, e terzo classificato è stato Marco Seminara a cui è andata una Magnum sempre de I Balzini White Label.

“Non mi aspettavo di vincere – ha spiegato poi Davide Ritrovati – avevo preso questa giornata come una forma di divertimento e di condivisione con tutti gli altri finalisti. Certo, ci speravo perché anche se l’avevo preso come un gioco a cui fa piacere partecipare, mi faceva piacere confrontare le mie capacità con gli altri. Mi ha fatto piacere essere selezionato per questa borsa di studio – ha concluso il vincitore – perché è una gratificazione per il mio percorso durante i tre livelli del corso AIS ed è astata un’esperienza piacevole per la quale mi ero preparato”. I tre finalisti riceveranno i premi il prossimo 2 dicembre durante la manifestazione Food&Wine in Progress che si svolgerà alla Stazione Leopolda di Firenze.

I Finalisti insieme ai giurati AIS e a Vincenzo e Diana D'Isanto
I finalisti insieme ai giurati AIS e a Vincenzo e Diana D’Isanto

La quinta edizione di questa borsa di studio è stata dedicata al sommelier AIS Michele Capruzzo scomparso poche ore prima. Era innanzitutto un amico prima di essere un bravissimo sommelier – ha dichiarato Diana D’Isanto, figlia di Vincenzo e Antonella, che adesso è alla guida de I Balzini – La notizia della sua scomparsa ci addolora e la borsa di studio del prossimo anno sarà sicuramente intitolata a lui”.

Oltre a essere un appuntamento atteso e sentito dai neo Sommelier AIS, la Borsa di Studio I Balzini, ideata da Antonella D’Isanto nel 2014, per festeggiare il trentesimo anno di iscrizione all’AIS Firenze di Vincenzo D’Isanto e per supportare i giovani che si affacciano a questo mondo, ha dimostrato di saperci vedere lungo. La maggior parte dei finalisti delle scorse edizioni sono riusciti, infatti, a convertire la loro passione del vino in una carriera professionale. “Il premio I Balzini – ha confermato Simone Lo Guercio, vincitore della prima edizione della borsa di Studio, nel 2014, ed eletto Miglior Sommelier AIS della Toscana lo scorso giugno – é stata quella miccia che ha innescato in me la voglia di mettermi in gioco e che oggi mi ha portato a raggiungere un bel traguardo.”

“Un progetto – ha concluso Diana D’Isanto – fortemente voluto da mia madre e portato avanti negli anni con sempre più entusiasmo e convinzione. Oltre a un momento per celebrare insieme la comune passione per il vino, la Borsa di Studio è uno strumento finalizzato alla diffusione di una cultura del vino e del bere responsabile.”

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui