Home Starbene / Gusto Simone Loguercio Miglior Sommelier d’Italia

Simone Loguercio Miglior Sommelier d’Italia

832
0

di Elisabetta Failla

Simone Loguercio Miglior Sommelier d'Italia
Simone Loguercio Miglior Sommelier d’Italia

il fiorentino Simone Loguercio è il “Miglior Sommelier d’Italia Premio Trentodoc”. Il Premio è stato assegnato a Merano in occasione del 52° Congresso Nazionale AIS – Associazione Italiana Sommelier. Un bel risultato per lui, per Firenze e per la Toscana.

Sul podio infatti, oltre a Simone Loguercio sono saliti altri toscani: secondo è arrivato il pistoiese Valentino Tesi mentre al terzo posto ex aequo il livornese Massimo Tortora e il lucchese Simone VergaminiChe Simone Loguercio fosse un talento lo si è visto da tempo: vincitore nel 2014 della borsa di studio offerta dall’azienda vinicola toscana I Balzini, nel 2017 è secondo Migliore Sommelier della Toscana, poi Migliore Sommelier del Lambrusco e Migliore Sommelier dell’Albana. Quest’anno, oltre ad essere nominato Migliore Sommelier del Sagrantino ha vinto nche il titolo di miglior sommelier toscano dell’anno, concorso annuale indetto dall’AIS Toscana.

Simone, campano ma ormai fiorentino di adozione, ha una lunga esperienza in diversi bar di tendenza della città ed in ristoranti di alto livello che hanno accresciuto le sue conoscenze. La passione nei confronti del vino si è accesa in lui soltanto qualche anno fa ma le soddisfazioni, visti i traguardi già raggiunti, sono già tante e più che promettenti. Da tempo Simone Loguercio lavora al ristorante Konnubio in via dei Conti a Firenze dove gestisce la cantina e consiglia le etichette che accompagnano le creazioni della chef Beatrice Segoni.

I tre vincitori con i rappresentanti AIS
I tre vincitori con i rappresentanti AIS

“La finale del premio – ha dichiarato Antonello Maietta, Presidente nazionale dell’Associazione Italiana Sommelier – ha dimostrato il livello qualitativo della scuola di formazione messa in campo da AIS e la condivisione dei valori di un territorio di grande pregio come quello del Trento Doc”.

“La collaborazione dell’Istituto Trentodoc con AIS – secondo Enrico Zanoni, Presidente dell’Istituto Trento Doc – prosegue proficuamente da alcuni anni, così come la partnership del premio Miglior Sommelier d’Italia, che coniuga l’eccellenza della professionalità e competenza dei soci AIS con la costante crescita qualitativa e di reputazione della produzione dei nostri associati”.

Infine sono stati nominati tre nuovi sommelier onorari, insigniti del titolo per il contributo dato negli anni alla promozione dell’agroalimentare: Luigi Caricato, oleologo; Alessandro Regoli, direttore di Winenews; Carlo Romito, chef e presidente di Solidus. (photo credits: Luca Managlia)

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here