Home Vetrina Ataf, un’altra infornata di bus Mercedes

Ataf, un’altra infornata di bus Mercedes

945
0

Mentre Milano ha ordinato 50 bus elettrici, Firenze continua con l’alimentazione a gasolio,anche se questa volta hanno pensato alla versione Ibrida che permette di ricaricare in frenata pacchi di batterie che poi “offrono” al motore termico un aiuto quando c’è da utilizzare maggiore potenza. Risparmiando carburante e di conseguenza emissioni rispetto dell’ambiente. E’ una soluzione abbastanza migliore ma non è meglio per una mobilità cittadina.

In Europa la flotta di bus elettrici conta 1.300 veicoli soprattutto nel Regno Unito, seguito da Paesi Bassi, Svizzera, Polonia e Germania. In questo scenario, l’Italia si sta muovendo rapidamente. Atm e Atb, a Milano e Bergamo, sono i primi operatori ad aver messo in atto piani concreti per la transizione. Proprio l’azienda di trasporto milanese a fine 2017 ha lanciato il suo piano “full electric” con un investimento complessivo di 2 miliardi di euro e l’obiettivo di far sparire entro 2030 il diesel dalla propria flotta per sostituirlo con 1.200 bus elettrici adeguando anche la rete di ricarica. Firenze e la Toscana ancora al palo.

Sono trenta i nuovi autobus per una mobilità sempre più sostenibile nella Città Metropolitana di Firenze. I nuovi mezzi ibridi contribuiscono ad un ulteriore abbattimento dei consumi e delle emissioni inquinanti.
Gli autobus sono la versione ibrida del bus di 12 metri CitaroC2 realizzato dalla Mercedes,
già in uso a Firenze nella versione alimentata a gasolio Euro6.

Acquistati da ATAF Gestioni, in applicazione del contratto ponte stipulato con la Regione Toscana, con un investimento di circa 7 milioni di euro, di cui circa il 60% finanziati dalla Regione, gli autobus sono dotati di un sistema di video sorveglianza a bordo a tutela della sicurezza dei viaggiatori e del personale e di monitor che forniscono informazioni e notizie legate al servizio di trasporto e all’esperienza di viaggio.

Diventano quindi 197 i nuovi autobus che l’Azienda di trasporto fiorentina, diretta e controllata dal Gruppo FS Italiane, ha messo in servizio per il trasporto pubblico a Firenze negli ultimi 5 anni con un rinnovo della flotta del 55%. Per fare un esempio, nell’orario di punta il servizio è erogato per oltre il 73% con veicoli di ultima generazione.

Questa tranche rappresenta un’ulteriore tappa del processo di rinnovamento che, grazie agli ingenti investimenti degli ultimi anni, ha portato l’ATAF Gestioni ad avere una flotta tra le più giovani (età media di 7 anni) ed ecosostenibili (circa l’80% della flotta elettrica, Euro 5/6 o metano) in Europa.

Passerella per i soliti noti a cominciare dal sindaco Nardella dall’assessore ai trasporti della Regione Toscana Vincenzo Ceccarelli, l’Amministratore Delegato di Ferrovie dello Stato Italiane Gianfranco Battisti.

IL MEZZO ELETTRICO DELLA SOLARIS IN FUNZIONE A MILANO

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here