Home Focus Referendum sulla giustizia. Tutti i quesiti spiegati

Referendum sulla giustizia. Tutti i quesiti spiegati

Lorenzo Ottanelli
142
0
referendum giustizia

I referendum sulla giustizia che dobbiamo votare sono ancora uno strano e incomprensibile punto interrogativo?

Domani, domenica 12 giugno, siamo chiamati al voto. In effetti, i media ne hanno parlato poco e non c’è stata una vera e propria campagna elettorale da parte dei promotori (Lega + Radicali).

Vi veniamo in soccorso provando a spiegarvi tutti i quesiti nel dettaglio, cercando di essere il più esaustivi possibili. Abbiamo cercato di farlo facilmente su temi che di per sé non lo sono.

Nel dettaglio, quindi, i quesiti referendari sono 5, tutti sul tema della giustizia. Cinque schede, quindi, per abrogare cinque leggi (o parti di esse). Il referendum passa se il 50%+1 degli aventi diritto al voto si reca alle urne e se la maggioranza di essi (il 50%+1 di chi è andato a votare) esprime il Sì nelle schede. In questo caso le leggi in questione vengono abrogate, così come vogliono i promotori.

Il referendum è vano se non viene raggiunto il quorum, vale a dire se non vanno a votare il 50%+1 degli aventi diritto. Se invece il quorum viene raggiunto, il referendum può non passare se la maggioranza vota No, ovvero non vuole abrogare le leggi.

Passiamo al dettaglio. Nelle scorse settimane abbiamo pubblicato diversi articoli sui referendum. Qui vi mettiamo i link per raggiungere comodamente tutte le informazioni, quesito per quesito.

Il primo riguarda l’abrogazione del Decreto Severino del 2012

Referendum giustizia. Quesito 1: Abrogazione del Decreto Severino

Il secondo vuole eliminare parte della legge sulla Custodia Cautelare

Referendum giustizia. Quesito 2: Custodia cautelare

Il terzo chiede la netta separazione tra Pm e Giudice

Referendum giustizia. Quesito 3: Separazione delle carriere

Il quarto prevede un cambiamento nella valutazione dei magistrati nei Consigli giudiziari

Referendum giustizia. Quesito 4: Valutazione dei magistrati

Il quinto tratta l’elezione dei magistrati al Csm

Referendum giustizia. Quesito 5: Elezioni dei magistrati al Csm

Non dimentichiamoci, poi, che in Parlamento è già al vaglio la Riforma Cartabia sulla Giusitiza, che interviene su alcuni aspetti del referendum. Già passata alla Camera, ora è al vaglio del Senato. La sua discussione sarà ripresa il 14 giugno.